Ci laviamo la faccia!

presso Bonzo

memorie-di-un-partigiano-emilio-grimaldi-01Sveglia alle 9. Dopo tre giorni, possiamo finalmente lavarci la faccia… Sembra che il pericolo dell’attacco nemico sia scongiurato. Durante la mattinata, la prima trascorsa in calma alla grangia, parliamo di sport atletici, dei grandi campioni Emilio Lunghi, Dorando Pietri, Owens, di mio padre, campione interalleato e organizzatore delle più prestigiose manifestazioni sportive allo stadio della “Nafta” di san Martino d’Albaro. Io sostengo la necessità dell’epurazione del personale della Società petrolifera, esonerando individui quali Donini e Manitto.

Alle 15,05, riso in brodo, lesso e pane. Racconto ai miei compagni la favola “Barba di ferro” che è accolta molto bene. Poi facciamo una bella dormita fino alle 18,20, e, alle 20, da buoni bambini, ci prendiamo ancora una porzione di riso e latte. Cantiamo in coro fino alle 23,30 e, finalmente, ci addormentiamo sulle dure tavole del pavimento della grangia.

Annunci